Tra le novità una raccolta fondi a favore della Terra Santa

Si è svolta martedì 8 giugno la Conferenza Stampa di presentazione del XXXII Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto, presso la Sala Consiliare del Comune di Macerata, alla presenza di S.E. Mons. Claudio Giuliodori, Vescovo della Diocesi di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia, dell'Assessore Comunale Stefania Monteverde e di alcuni membri del Comitato organizzatore, a partire dal Direttore Ermanno Calzolaio e dalla Presidente Paola Olivelli.

A presentare l'evento è stato Carlo Cammoranesi, responsabile dell'Ufficio Stampa del Pellegrinaggio, che ha ricordato i particolari dell'appuntamento per il prossimo 12 giugno, allo Stadio Helvia Recina. L'inizio del gesto è previsto per le ore 20.30, con la Santa Messa celebrata dal Cardinale Carlo Caffarra, Arcivescovo di Bologna. Tra le testimonianze in programma quella della responsabile del Meeting Point International, l'ugandese Rose Busingye, che svolge la sua opera di infermiera specializzata nell'assistenza e nell'educazione di malati affetti da Hiv/AIDS, e del volontario AVSI ad Haiti Alberto Reggiori. Tra gli ospiti certa la presenza dell'attrice e debuttante regista Claudia Koll, che ha maturato in questi anni un interesse particolare per la storia dei pellegrinaggi, e soprattutto per la Macerata-Loreto, decidendo di girare un film tratto dal libro di Karol Wojtyla La bottega dell'orefice e di filmare alcune scene al Pellegrinaggio marchigiano.

Numerosi i pullman prenotati: è stata superata quota 150 (solo 50 da Milano). I volontari impegnati saranno 2.500, provenienti non solo dalle Marche ma anche da Emilia Romagna, Lombardia e Abruzzo. Numeri importanti anche per il sito www.pellegrinaggio.org: 6.000 visite nel mese di maggio con 26.000 pagine visualizzate. Verranno inoltre raccolte offerte, attraverso la colletta della mattina a Loreto, per sostenere le spese del restauro della Casa di Maria a Nazaret, cementando così il rapporto con i luoghi della Terra Santa.>

Ha preso poi la parola il Direttore Calzolaio per ribadire il significato del prossimo Pellegrinaggio: "La vita è una cosa seria. Il protagonista del Pellegrinaggio, infatti, è quella persona seria che sa domandare e ringraziare. Siamo, del resto, in una civiltà che tende a spettacolarizzare tutto, ma non dobbiamo dimenticare che il primo attore della vita rimane l'uomo bisognoso. Gli ospiti non sono a caso: abbiamo invitato persone che ci offriranno testimonianze concrete del loro impegno in atto". E' stata ricordata dal Direttore anche la figura di Padre Matteo Ricci, che ha avuto il coraggio di intraprendere "un pellegrinaggio molto più lungo del nostro, per annunciare il Vangelo al popolo cinese senza un progetto di inculturazione, ma con un cuore aperto a calarsi nella realtà"

Ha preso poi la parola l'Assessore Comunale Stefania Monteverde, che ha ricordato i primi anni del Pellegrinaggio, quando l'allora insegnante di religione Don Giancarlo Vecerrica, ora Vescovo di Fabriano-Matelica, guidava uno sparuto gruppo di giovani a "dare una risposta al bisogno di lode che ogni uomo ha". "Il Pellegrinaggio - ha aggiunto - propone una spiritualità larga, legata alla dimensione dell'incontro".

Ha preso poi la parola il Vescovo Giuliodori, che ha riportato le impressioni dei Vescovi italiani all'ultima Assemblea, stupiti di come a Macerata "riusciamo ad organizzare così tante cose". "Incontrando Dio - ha poi continuato - si ritrova se stessi, come testimonia il titolo di quest'anno". La frase è di San Teofilo di Antiochia: Tu mi dirai: "Mostrami il tuo Dio". E io ti dico: "Mostrami prima l'uomo che è in te, e poi io ti mostrerò il mio Dio". Infine Sua Eccellenza ha definito il Pellegrinaggio "un vero e proprio miracolo".

Ha concluso la Conferenza Stampa la Presidente del Comitato Paola Olivelli, che ha ringraziato l'Assessore per aver ricordato la proposta lanciata da Don Giancarlo Vecerrica nei primi anni. E' proprio a Don Giancarlo che la Prof.ssa Olivelli ha fatto riferimento nel ringraziare i tanti volontari coinvolti nel gesto. Infatti il Vescovo Vecerrica, in un recente incontro con alcuni volontari del servizio d'ordine, aveva avuto modo di dire che il Pellegrinaggio "dipende da voi e dalla Madonna", come a dire che il loro ruolo è davvero fondamentale per la riuscita dell'evento

In conclusione è stata menzionata la presenza, tra gli ospiti, del Vescovo di Chia (Colombia) Mons. Hector Cubillos. Nella stessa Colombia, in contemporanea con la Santa Messa allo Stadio di Macerata, in 6 città sarà celebrata una cerimonia liturgica in comunione con il Pellegrinaggio. L'allestimento allo Stadio inizierà mercoledì 9 giugno, subito dopo la finale del Torneo Primavera di Calcio in programma per martedì sera.