Oltre 300 atleti per un tragitto di 300 km da Roma a Macerata

Sempre più vicino il giorno della Fiaccola per la Pace. Anche questa edizione inizierà il suo percorso, come avviene ormai dal 1997, mercoledì 3 giugno con la benedizione di Papa Francesco in piazza S. Pietro al termine dell’Udienza Generale.

La Fiaccola seguirà il percorso classico, con partenza da Roma ed una tappa al Monastero delle suore trappiste di Vitorchiano, tra le quali c'è la novizia Suor Maria Claudia, figlia del responsabile della Fiaccola, Paolo Cesanelli. Si proseguirà quindi verso la prima tappa, Terni, dove verrà accolta dal Vescovo Mons. Padre Giuseppe Piemontese e dal Sindaco Leopoldo Di Girolamo. In questa fase il gruppo della Fiaccola sarà integrato dai podisti della Società Podistica Terni.

Il giorno successivo 4 giugno è il giorno della partenza verso Perugia, con passaggio a Todi e il saluto del Vescovo Mons. Benedetto Tuzia.

Quindi l’arrivo a Perugia, alle ore 18, e l’accoglienza per la S. Messa celebrata dal neo Vescovo ausiliare Mons. Paolo Giulietti, grande amico della Fiaccola fin dai tempi delle Giornate Mondiali della Gioventù di Toronto, Colonia e Sydney.

Venerdì 5 giugno il gruppo si recherà ad Assisi per la S. Messa delle ore 7. Al termine una preghiera e una benedizione particolari per la Fiaccola davanti alla tomba di S. Francesco e successivamente la partenza per Camerino (ecco una novità di quest'anno), con la sosta presso la parrocchia di Colfiorito ed il pranzo a Serravalle del Chienti.

Prima di arrivare a Camerino il transito a Castelraimondo, con la partecipazione degli atleti della locale società podistica. La novità della tappa di Camerino sarà l'occasione per un gemellaggio con i partecipanti alla rievocazione storica della Corsa alla Spada.

Infine sabato 6 giugno, la Fiaccola partirà dall'Istituto Croce Bianca località Berta di San Severino Marche.

Quindi la tradizionale sosta presso Osimo, alla Basilica di S. Giuseppe da Copertino, protettore degli studenti, con la solita calorosa accoglienza dei frati francescani. Per concludere il percorso di oltre 300 km, il gruppo, composto tra atleti ed accompagnatori da 28 persone, provenienti dalle province di Lecce, Padova e Varese, oltre ai podisti marchigiani, entrerà in serata, prima della S. Messa, presso lo stadio “Helvia Recina” di Macerata, per la spettacolare accensione.

Diverse sono le società e le associazioni che si affiancheranno al corteo, tra cui Todi, Terni, Castelraimondo, Camerino e Osimo, con il coinvolgimento di oltre 300 atleti.