Saluto per il 41° del Pellegrinaggio Macerata-Loreto di S.E. Rev.ma Mons. Nazzareno Marconi, Vescovo di Macerata-Tolentino-Recanati-Cingoli-Treia      

 

Carissimi amici del Pellegrinaggio Macerata-Loreto,
Eminenza, e cari Confratelli Vescovi di questa bella terra marchigiana, benvenuti a Macerata!

Questa nostra Chiesa Locale vi accoglie con affetto e vi ringrazia dal profondo del cuore per la vostra testimonianza di fede. Per noi il Pellegrinaggio è sempre un dono dello Spirito Santo, che ci conferma nella fede. Ancor più stasera, in questa bellissima vigilia di Pentecoste.

Da Vescovo e Biblista dovrei citare un testo biblico, e ce ne sono di bellissimi, a commento del tema del vostro pellegrinaggio. Ma preferisco citare un poeta moderno, così amo definire Claudio Baglioni, che è molto più che un cantautore.

Nel 1981 inizia così una sua famosa canzone: 

Strada facendo, vedrai 
Che non sei più da solo 
Strada facendo troverai
Un gancio in mezzo al cielo…

Il segreto, che vince la più radicale solitudine dell’uomo, è scoprire che siamo agganciati al Cielo. La nostra vita scorre, passo dopo passo, senza cadere, se ci agganciamo fortemente a quel punto sicuro, che è l’amore del Padre celeste. È l’amore di Dio Padre, la comunione con Cristo, la presenza dolce e forte nella nostra via dello Spirito Santo, quel “un gancio in mezzo al cielo” a cui è sospesa la nostra invincibile speranza.

Auguro a tutti e ad ognuno che stanotte, “strada facendo”, tenuti per mano da Maria, scopriate la verità della mente e del cuore “che non sei più da solo”.

Buon pellegrinaggio e che Dio vi benedica tutti.

Tags: