Testimonianza notturna di Massimiliano, detenuto nel carcere di Padova

Salve, mi chiamo Massimiliano. Sono campano, attualmente sono detenuto nel carcere di Padova, in regime di semilibertà.

Da quando mi trovo a Padova, ho sentito parlare spesso del Pellegrinaggio della Madonna di Loreto e spesso ho fatto questo pensiero: «Chissà se un giorno avrò la fortuna di andare anch’io»

Di questa cosa ne ho parlato con la mia compagna ed anche lei ha espresso il mio stesso desiderio.

Circa un mese fa ho sentito parlare dai miei amici del Movimento di Comunione e Liberazione che si stavano organizzando per andare al pellegrinaggio. Con la mia compagna ci siamo guardati e subito abbiamo deciso di andare e vivere questa esperienza bellissima che ci arricchirà il cuore.

Il fatto è che sono detenuto e ci sono tanti ostacoli da superare, per essere autorizzato a partecipare ad un evento del genere. Ma la Madonna ha voluto che io ci fossi!

È andato tutto liscio, anche grazie ai volontari dell’associazione Amici della Giotto di Padova, che mi stanno accompagnando.

Grazie a tutti, vi porterò sempre nel mio cuore.