MACERATA - Tutto è pronto per il 30° Pellegrinaggio a piedi da Macerata-Loreto anche per quanto riguarda le strutture logistiche a supporto dell'evento.Un fitto stuolo di volontari supporta ogni servizio: segreteria 100 persone, coro 110, liturgia, 85 persone; per l'illuminazione una novità: le luci sono attaccate alle trombe dell'amplificazione e i volontari addetti sono 250; per il servizio d'ordine si conta almeno su 500 persone, molte delle quali provengono dall'Abruzzo; il personale medico e paramedico conta oltre 300 ausiliari; per il ristoro a Chiarino oltre 300 persone giungono dalla provincia di Pesaro; per la distribuzione dei flambeaux, sono coinvolti gli abitanti della zona che fanno capo alla chiesa rurale di San Pietro e di San Firmano; 45 addetti ai pulmini e auto di servizio; all'ufficio stampa lavorano circa 15 persone. Ogni settore ha un responsabile e vari aiutanti, giovani e adulti, uomini e donne, che, durante l'anno, si incontrano per mettere a punto ciò che rientra nei propri compiti.Scrive Paolucci nel suo libro Un popolo nella notte (ed. San Paolo): “Sbaglia però chi pensa a una task-force all'americana che programma tutto a tavolino. La preparazione avviene dentro una trama di rapporti di amicizia consolidati da anni tra Giancarlo Vecerrica e gli amici della prima ora, che nel tempo è andata allargandosi a persone più giovani ed è aumentata numericamente”. La storica sede è a Macerata in piazza Strambi n. 4, di fianco alla Cattedrale, ed è aperta tutto l'anno. Stasera nella sede del Comitato, alle ore 20, si riunisce l'intero Comitato organizzatore per la cosiddetta "simulazione" durante la quale verranno prese le ultime decisioni e saranno verificati orari, logistica, impianti, servizi, accoglienza. Una novità di rilievo riguarderà l'intera disposizione delle persone e delle strutture all'interno dello Stadio. Autorità, pellegrini, sacerdoti, coro, la postazione della sala stampa, della sagrestia e la posizione del palco e, quindi, dell'altare avranno importanti modifiche.Info: Macerata, piazza Strambi n. 4. tel. 0733.236401; fax 0733.234786; info@pellegrinaggio.org; www.pellegrinaggio.org.

Fonte: 
Corriere Adriatico