Macerata, 11 giu. - Nel nome di Giovanni Paolo II e di don Luigi Giussani, oltre ventimila persone provenienti da tutta Italia, alcune centinaia anche dall'estero, sono in cammino per il tradizionale pellegrinaggio notturno a piedi da Macerata al santuario mariano di Loreto (Ancona). Trentaquattro chilometri che il pellegrini, in gran parte giovani, percorrono alla luce delle fiaccole accompagnandosi con canti e preghiere. L'arrivo e' previsto per domani mattina alle 7.

A guidare il pellegrinaggio, giunto alla ventisettesima edizione, e' la fiaccola benedetta a Bari da Papa Benedetto XVI e che dopo Loreto proseguira' per Colonia, dove giungera' per la XX Giornata mondiale della Gioventu'.

I pellegrini, arrivati oggi a Macerata sin dalla prime ore del pomeriggio, si sono radunai all'interno dello stadio 'Helvia Recina', dove il cardinale Angelo Scola, patriarca di Venezia, ha celebrato la S. Messa insieme ai vescovi delle Marche. Durante l'omelia il porporato ha letto un messaggio del Papa, invocando la pace e il rispetto delle Vita.

Varie le testimonianze succedutesi, tra le quali quelle di Savino Pezzotta, segretario generale della Cisl, di Luigi Alici, neo presidente nazionale delle Acli e di un laico, il direttore de 'il Foglio', Giuliano Ferrara.

Fonte: 
AGI