Comunicato stampa n. : 
4

Pochi giorni ci separano dalla partenza della 39^ edizione del Pellegrinaggio a piedi Macerata-Loreto, in programma per sabato 10 giugno, con inizio alle ore 20.30, presso lo stadio Helvia Recina di Macerata. Nella sede centrale di piazza Strambi arrivano sempre più numerose le adesioni dei pellegrini: ormai hanno ampiamente superato quota 200 i pullman ufficialmente iscritti, provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Nella giornata di domani, mercoledì 7 giugno, i podisti della Fiaccola della Pace insieme ad una delegazione del Comitato Pellegrinaggio a Loreto, saranno in Piazza San Pietro per l’Udienza Generale, al termine della quale papa Francesco accenderà la fiaccola che arriverà allo stadio di Macerata sabato 10 giugno, dopo aver attraversato alcuni dei luoghi colpiti dagli ultimi eventi sismici.

Sono tantissime e aumentano di giorno in giorno le intenzioni di preghiera inviate alla segreteria, specie da parte di chi non potrà essere direttamente presente: si tratta di richieste di guarigione o di conversione per sé e i propri cari, domande di aiuto per rapporti interpersonali da recuperare o prove particolarmente difficili da affrontare; nonché tante preghiere da parte di persone toccate dal dramma del terremoto e di giovani studenti per gli esami di maturità.

E poi tanti “grazie” da parte di chi ha già ricevuto molto dalla Vergine di Loreto. Tra le centinaia di contributi, infatti, sono pervenute anche alcune toccanti testimonianze di gente cambiata dal cammino del Pellegrinaggio. Una lettera di una giovane, Patrizia, di Lesina, nel Foggiano, che si muove dalla Puglia da otto anni per partecipare a questo cammino. «Questa esperienza ci ha reso contagiose – scrive – e ogni anno portiamo nelle Marche più persone: l’anno scorso eravamo 80, quest’anno supereremo i 100. È bello essere contagiose di valori positivi, la nostra speranza è quella di rendere il mondo un posto migliore. E partecipiamo non per chiedere una grazia alla Madonna, ma la forza di affrontare il cammino della vita e le salite con la gioia nel cuore proprio come avviene durante la strada che ci porta a Loreto».

Intanto il Comitato organizzatore ha ricevuto conferma anche per quest’anno del patrocinio della Regione Marche, del Comune di Macerata e del Comune di Loreto, oltre al tradizionale sostegno delle istituzioni e della Chiesa locale.

Dall’ingegnere Massimo Orselli, responsabile della logistica, giungono inoltre importanti indicazioni tecniche che chiedono a «tutti i partecipanti la massima collaborazione nell’uso dei mezzi di mobilità», in modo da rendere scorrevole e ordinato il flusso dei numerosi pellegrini in arrivo.

Si consiglia di raggiungere Macerata e lo stadio Helvia Recina utilizzando i pullman organizzati dai gruppi provenienti dalle proprie città, parrocchie, province o diocesi. Si suggerisce, in alternativa, di preferire l’uso di mezzi pubblici e di evitare – in ragione del traffico intenso e dell’esigua disponibilità di parcheggi – le autovetture private. Inoltre, sia Macerata sia Loreto dispongono di una regolare linea ferroviaria gestita da Trenitalia.

A Macerata arrivano i treni provenienti da Civitanova Marche e da Fabriano; la stazione ferroviaria dista 2 chilometri (30 minuti a piedi) dallo stadio Helvia Recina. Si consiglia di utilizzare i bus-navetta gratuiti, messi a disposizione dal Comitato, che partiranno dalla stazione verso lo stadio e saranno attivi dalle ore 15.45 alle ore 20.30 di sabato 6 giugno. Alcuni treni potranno essere sostituiti da autobus, con arrivo al Bus Terminal, piazza Pizzarello, a Macerata (circa 600 metri dallo stadio).

Per coloro che decidessero, invece, di giungere a Macerata con la propria autovettura, è indicato di parcheggiare presso il Centro Fiere di Villa Potenza (Macerata), dove sarà allestito un banchetto per le adesioni e attivato, a partire dalle 15.45 fino alle 20.30, un ulteriore bus-navetta che condurrà i pellegrini allo stadio.

Data l’alta affluenza di pellegrini e di pullman che interessano tutta via dei Velini, si fa presente che lungo la stessa il transito delle auto non autorizzate è fortemente sconsigliato.

A Loreto la stazione ferroviaria dista dalla Piazza della Madonna circa 1,4 chilometri (alle pendici della collina sulla quale sorge il Santuario). Da Loreto è possibile raggiungere in poco tempo le stazioni di Ancona e Civitanova Marche. Per chi, invece, volesse arrivare a Loreto in auto e sostarvi prima di raggiungere Macerata per l’inizio del Pellegrinaggio, è vivamente consigliato di parcheggiare nelle vicinanze dello stadio Salvo d’Acquisto e in via Bersaglieri d’Italia, zona che dista 1 chilometro (15 minuti a piedi) da piazza Leopardi, da dove è possibile dirigersi verso Macerata attraverso gli autobus di linea. Infine, i familiari dei pellegrini che raggiungono Loreto nella prima mattinata di domenica 11 giugno sono invitati a sostare nella stessa zona (via Bersaglieri). Si porta a conoscenza che sono vietati il parcheggio e la sosta dalle ore 14.00 del 10 giugno alle ore 9.00 dell’11 giugno in via Sisto V, via Castelfidardo e via Don Minzoni.

Per i pellegrini che desiderano tornare individualmente a Macerata da Loreto, il Comitato metterà a disposizione dei pullman gratuiti delle Autolinee Contram che partiranno dal parcheggio Palacongressi di Loreto, senza necessità di prenotarsi. I pullman copriranno tutte le corse necessarie per riportare i pellegrini che ne avranno bisogno a destinazione. Il pullman fermerà al centro Fiere di Villa Potenza, allo stadio e alla stazione ferroviaria di Macerata.

Per i trasferimenti tramite pullman di linea consigliamo di consultare gli orari dei servizi pubblici. In particolare, per chi proviene dalle località limitrofe a Loreto, segnaliamo la tratta Loreto-Macerata delle Autolinee Contram.