News

10 Giu 2015
Buongiorno ragazzi! Accarezzati dalla Misericordia: quanto abbiamo vissuto il tema del nostro pellegrinaggio camminando per le strade verso Loreto! Continuiamo a vivere lo spirito di questi giorni nelle prossime settimane, fino all’anno prossimo.
08 Giu 2015
  • 37° Pellegrinaggio Macerata-Loreto
  • Messaggi e Testimonianze
  • Testimonianze
Mi chiamo Daniela, sono la mamma di Jennifer, una ragazza di 23 anni di Corridonia. Il 27 gennaio di quest'anno la vita della mia famiglia ha incontrato una grande sofferenza, dopo che all'ospedale di Macerata, attraverso una risonanza magnetica, hanno diagnosticato a mia figlia uno shock settico e pielonefrite acuta, che nel giro di pochi giorni ha colpito tutti i suoi organi, tutto il corpo e dopo due arresti cardiaci è entrata in coma.
08 Giu 2015
  • 37° Pellegrinaggio Macerata-Loreto
  • Messaggi e Testimonianze
  • Testimonianze
Carissimi,
07 Giu 2015
  • 37° Pellegrinaggio Macerata-Loreto
  • Messaggi e Testimonianze
  • Testimonianze
Mi chiamo Mirco di Fabriano ed insieme alla mia famiglia con molti colleghi di lavoro della Indesit stiamo camminando insieme a voi in questa lunga notte verso Loreto.
07 Giu 2015
Se non visualizzi la fotogallery clicca qui
07 Giu 2015
  • 37° Pellegrinaggio Macerata-Loreto
  • Messaggi
  • Messaggi e Testimonianze
 
06 Giu 2015
Il 37° Pellegrinaggio accoglie la testimonianza dei “fratelli perseguitati” che pregano per la salvezza di chi li uccide. Il messaggio di Papa Francesco: “Chi non cammina non vive e, se sbagliamo strada, c’è la misericordia di Gesù che ci aspetta” «L’Angelo custode di ognuno di voi vi dica all’orecchio: “Canta e cammina!” ». Come un buon parroco, da Sarajevo, Papa Francesco ha riconfermato in modo semplice e sincero il suo affetto e la sua stima per il Pellegrinaggio. «Voglio dirvi che sono vicino a voi, che sono vicino a questo pellegrinaggio e che sono contento della vostra forza, della vostra fede, del vostro amore a Gesù Cristo». Chi non cammina, non vive - così la pensa il Papa - e un’anima che non cammina, facendo il bene per gli altri e cercando Dio, è «un’anima che finisce nella mediocrità e nella miseria spirituale». Quindi, «per favore: non fermatevi nella vita». Chi cammina, certamente può sbagliare strada, ha aggiunto il Papa, ma «se tu sbagli strada, torna. Torna, perché c’è la misericordia di Gesù». La stessa cosa che il Cardinal Pell dirà poco dopo nell’omelia: «Non appena ci allontaneremo dalla Sua vista, Egli ci invierà alcuni amici – i vostri amici durante questo pellegrinaggio, i vostri fratelli e sorelle nella fede – e un’amica celeste e protettrice, Sua Madre».
06 Giu 2015
Dopo aver cantato l'inno uscirono verso il Monte degli Ulivi.
06 Giu 2015
  • 37° Pellegrinaggio Macerata-Loreto
  • Messaggi e Testimonianze
  • Testimonianze
A casa di un’amica di mia madre, mi fermai stupefatto davanti al quadro di un uomo con i capelli d’oro. Aveva il capo circondato da aureole. Dal petto, aperto, usciva la luce.

Pagine