Presenti gli sportivi Minotti e Santangelo

Entrando nel’ultima settimana del Pellegrinaggio Macerata-Loreto si concretizzano sempre più indicazioni, novità e presenze al gesto di sabato prossimo 9 giugno. Le adesioni continuano ad arrivare nella sede di piazza Strambi a Macerata: superati i 150 pullman da tutta Italia.

Numerose anche le intenzioni di preghiera, come l’ottenere una grazia per guarire da una malattia alla richiesta di un aiuto per un esame da sostenere. C’è anche chi si… affida alla Madonna per un’invocazione particolare alla Nazionale Italiana in volo per l’avventura degli Europei, dopo i tanti veleni del calcio scommesse.

Intanto questa settimana sarà benedetta dal Papa la fiaccola della pace, esattamente mercoledì 6 giugno dopo l’udienza in piazza S. Pietro. Il gruppo della fiaccola composto da circa 20 atleti appartenenti a gruppi sportivi marchigiani e pugliesi che si alterneranno in staffetta nella corsa da Roma a Macerata, verrà integrato lungo il percorso dalle società sportive podistiche presenti nelle città attraversate dalla fiaccola, in modo particolare la Società Amatori di Terni e la Bracaccini di Osimo. Il primo giorno, il 6 giugno, i tedofori percorreranno 104 chilometri, raggiungendo in serata Terni, poi il 7 giugno arriveranno a Perugia nella Cattedrale di S. Lorenzo, mentre l’8 dopo una sosta presso la tomba di S. Francesco in Assisi, varcherà il confine marchigiano per approdare a S. Severino. Infine sabato 9 giugno l’arrivo in serata allo stadio Helvia Recina di Macerata, prima della partenza del Pellegrinaggio per un totale di 311 chilometri! Anche quest’anno collaboreranno nell’organizzazione della Fiaccola il Centro Sportivo Italiano ed il Centro Giovanni Paolo II di Loreto e ci sarà anche il patrocinio dell’Ufficio Nazionale della Pastorale Giovanile e dell’Ufficio Nazionale Sport della Cei.

Tra le testimonianze previste allo stadio e durante la notte, quella di Claudio Bottini, un bancario di Milano con una riflessione sul tema di quest’anno della 34° edizione, ovvero “Cristo è qualcosa che sta accadendo ora”, mentre nel cammino interverranno gli sportivi Lorenzo Minotti, ex nazionale azzurro di calcio, ora dirigente cesenate, Mara Santangelo, ex tennista azzurra, lo scrittore Fabio Salvatore, da oltre 10 anni alle prese con una terribile malattia e che anche quest’anno, dopo l’esperienza dell’anno scorso, ha deciso di incamminarsi per chiedere l’ennesima grazia alla Madonna.